Convegno “Verso un’educazione linguistica inclusiva: problemi di oggi, prospettive di domani”

CONVEGNO SCIENTIFICO

Verso un’educazione linguistica inclusiva: problemi di oggi, prospettive di domani

Presso l’Università degli Studi di Parma

10-11 settembre 2019

La Linguistica Educativa si è configurata nel tempo come una disciplina di frontiera. Partendo dallo studio dell’interazione tra linguaggio ed educazione formale e dall’analisi dei processi di educazione linguistica in tutti i suoi aspetti, la Linguistica Educativa cerca di offrire risposte alle molteplici sfide che caratterizzano tutti coloro che, a diverso titolo, compartecipano all’educazione linguistica. Lo fa da una prospettiva interdisciplinare che le è propria, esplorando ambiti di ricerca quanto mai vari e collaborando con numerose altre discipline. Il Convegno va alla ricerca di uno dei possibili minimi comuni denominatori dei molteplici ambiti e filoni di ricerca che caratterizzano oggi la Linguistica Educativa, individuandolo nel concetto di “inclusività”. Conferire centralità all’inclusività comporta una scelta di campo: far propria la sfida sociale che sottende alla richiesta di approcci e soluzioni efficaci per l’educazione linguistica nella contemporaneità. Il quadro sociale che giustifica questa scelta di campo ci è offerto dall’attuale contesto socio-educativo italiano, caratterizzato da una forte dispersione scolastica, fenomeno sempre più accentuato, ed in leggera crescita, come rivelano i recenti dati pubblicati dall’ISTAT nel rapporto “Benessere equo e sostenibile” (2018). Le cause dell’abbandono scolastico vanno ricercate nell’intreccio di complesse dinamiche individuali, sociali, culturali ed economiche che permangono anche a livello universitario. Un fattore da tenere nella massima considerazione è lo ‘svantaggio linguistico’, inteso in senso lato come condizione di difficoltà nello sviluppo delle competenze linguistiche e comunicative necessarie per la piena partecipazione scolastica e sociale. In questo senso, pur nell’eterogeneità di cause, presentano uno svantaggio linguistico gli apprendenti con disturbi del linguaggio e dell’apprendimento, o con disabilità intellettive e sensoriali che incidono fortemente sull’acquisizione del linguaggio, ma anche gli alunni non italofoni, e coloro che provengono da un contesto di deprivazione socio-culturale. La promozione di una prospettiva inclusiva nell’educazione linguistica porta inevitabilmente a considerare anche uno spazio di indagine dedicata agli apprendenti plusdodati. Il Convegno intende, dunque, sollecitare una riflessione da parte della comunità scientifica ed educativa sulle relazioni tra il proprio oggetto di studio, l’educazione linguistica, ed il concetto di ‘inclusività’, nonché sul contributo che possono offrire gli attuali studi e filoni di ricerca sull’educazione linguistica per la piena inclusione degli apprendenti con svantaggio linguistico nel nostro sistema educativo e per la promozione degli eccellenti.

Il temario del convegno è il seguente:

  • L’inclusione nelle metodologie didattiche innovative (es. CLIL, intercomprensione, translanguaging).
  • L’insegnamento linguistico rivolto ad apprendenti con bisogni linguistici specifici (es. disturbi della comunicazione e del linguaggio, Disturbi Specifici dell’Apprendimento).
  • La comunicazione interculturale come strumento inclusivo.
  • La formazione glottodidattica degli insegnanti in un’ottica inclusiva.
  • La promozione e l’insegnamento di un linguaggio inclusivo (es. linguaggio di genere, terminologia riferita alla disabilità).
  • La valutazione degli apprendenti con svantaggio linguistico.
  • Apprendenti plusdotati ed educazione linguistica.
  • Per un sillabo linguistico inclusivo: vantaggi della prospettiva sociolinguistica e pragmatica.
  • Pratiche didattiche inclusive per l’insegnamento delle lingue seconde e straniere.
  • Approcci traslazionali all’educazione linguistica.
  • Problemi e prospettive della traduzione nei contesti di svantaggio linguistico.
  • Tecnologie e risorse digitali per una didattica linguistica inclusiva.

Call for papers

Il Congresso comprenderà, oltre a relazioni su invito, comunicazioni (20 minuti per la presentazione, a cui si aggiungerà la discussione) vagliate dal Comitato Scientifico. Le comunicazioni saranno in programma nel secondo giorno del convegno (11/9). Coloro che intendono proporre una comunicazione potranno inviare un abstract di lunghezza non superiore alle 2000 battute (inclusi i riferimenti bibliografici, che devono essere solo quelli citati nel testo dell’abstract) entro il 23 giugno 2019.
Le proposte saranno sottoposte al Comitato Scientifico in forma anonima e selezionate in base ai seguenti criteri:
- Pertinenza ai temi del congresso;
- Rilevanza e innovatività dei contenuti;
- Chiarezza metodologica (base scientifica di partenza, finalità, strumenti, procedure), nel caso di studi empirici;
- Organizzazione complessiva della proposta di comunicazione (motivazione della scelta del tema, obiettivi, destinatari, originalità del contributo rispetto ai temi del convegno ecc.).
Le lingue del congresso saranno l’italiano e l’inglese.

 

Riepilogo Scadenze:
- Invio dell’abstract: entro il 23 giugno 2019.
- Comunicazione dell’esito della selezione: 15 luglio 2019.
- Conferma di partecipazione da parte di coloro che saranno selezionati: 21 luglio 2019.
- Pubblicazione del programma definitivo del convegno: 29 luglio 2019.

 

"Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina web del convegno: www.didatticainclusiva.unipr.it
Ulteriori aggiornamenti sul convegno sono disponibili sulla pagina Facebook ufficiale del Gruppo di Ricerca ELICom (Educazione linguistica inclusiva e comunicazione) dell'Università di Parma: www.facebook.com/gruppoelicom

Assemblea dei Soci DILLE 24 maggio 2019

Cari Soci,
Nell’attesa di incontrarvi numerosi a Malta in occasi0ne del VI Congresso Internazionale della Società di
Didattica delle Lingue e Linguistica Educativa (23-24 maggio 2019) invio l’ordine del giorno dell’assemblea
che si terrà a Valletta Campus venerdì 24 maggio 2019 alle ore 16,45, come da programma.

OdG Assemblea 24/05/2019:
1. Comunicazioni della Presidente
2. Relazione sulle attività svolte
3. Rapporti con altre Società
4. Prossime scadenze e convegni
5. Approvazione bilancio preventivo e consuntivo
6. Varie ed eventuali
7. Rinnovo delle cariche

Cordiali saluti

Il segretario
Antonella Benucci

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA

Convocazione in PDF

Simposio Temático: Enfoques plurales, intercomprensión lingüística y géneros textuales

Simposio Temático: Enfoques plurales, intercomprensión lingüística y géneros textuales

Estimados colegas y amigos
enviamos la Tercera Circular de X SIGET  Simposio Internacional de  Estudios de Géneros Textuales " Géneros textuales/discursivos, prácticas de lenguaje y voces del sur en diálogo".

 
En el marco de este X SIGET convocamos a presentar trabajos en el 
Simposio Temático: Enfoques plurales, intercomprensión lingüística y géneros textuales coordinado por Mgtr. Silvana Marchiaro (Universidad Nacional de Córdoba, Argentina), Dra. Laura Masello (Universidad de la República, Uruguay) yMgtr. Valeria Wilke (Universidad Nacional de Córdoba, Argentina)
Este Simposio pretende discutir resultados de investigaciones realizadas en el ámbito latinoamericano que
contribuyen al desarrollo de los enfoques plurales en la enseñanza/aprendizaje de lenguas, con particular interés
en la educación plurilingüe basada en la perspectiva de los géneros textuales. Los aspectos centrales que
caracterizan a estas investigaciones son, por un lado, la concepción de la enseñanza de lenguas desde una
perspectiva plural, a partir de la reflexión inter e intralingüística y de la contrastividad. Por otro, la necesidad de
anclar el aprendizaje de lenguas extranjeras en el estudio de los géneros textuales, también en perspectiva
contrastiva, para aportar de este modo a la educación lingüística integral de los aprendientes. Los enfoques
plurilingües -entre los que se encuentra la intercomprensión en lenguas emparentadas- constituyen un nuevo
paradigma en la enseñanza/aprendizaje de lenguas, pues apuntan al abandono del monolingüismo y a la
integración de las lenguas que se enseñan y aprenden en las instituciones educativas (escuela o universidad)
(Candelier 2006, 2007; Dolz J., Idiazabal, I. 2013; Gajo 2013; Moore 2006; Meissner, 2004). Es por ello que la
comparación y el contraste entre las lenguas, en términos lingüístico-gramaticales y textuales-discursivos,
adquieren relevancia metodológica y didáctica. Es posible entonces conjugar la intercomprensión en lenguas con
la perspectiva de enseñanza de géneros textuales, para promover de este modo, desde la enseñanza de lenguas extranjeras, el desarrollo de capacidades de lenguaje (Bronckart, 2007, 2004, 2013; Schneuwly B., Dolz J. et al.
2013).
Palabras Clave: enfoques plurales - intercomprensión - géneros textuales - plurilingüismo
En esta circular se llamaa presentación de resúmenes deponencias o póster para participar de simposios temáticos. 
Entre las condiciones que se detallan figura que el resumen debe tener entre 300 y 400 palabras -incluido un título- y pueden participar un máximo de tres autores por trabajo. La fecha tope de envío es el 30 de abril-  no habrá prórroga-. 
El X SIGET se realizará por primera vez en Argentina los días 16,17 y 18 de septiembre en la Universidad Nacional de Córdoba. Contará con la presencia de expertos de reconocida trayectoria a nivel internacional, regional y  nacional. 
Finalmente les pedimos, por favor, tengan a bien difundir esta tercera circular entre colegas e instituciones potencialmente interesados en las temáticas que serán abordadas.
Esperamos contar con vuestra presencia
Cordiales saludos,

CfP IV Convegno Internazionale di Linguistica e Glottodidattica Italiana (CILGI4) “Alfabetizzazione come pratica di cittadinanza: teorie, modelli e didattica inclusiva” (Università degli Studi del Molise, 26-28 settembre 2019)

CfP IV Convegno Internazionale di Linguistica e Glottodidattica Italiana (CILGI4) “Alfabetizzazione come pratica di cittadinanza: teorie, modelli e didattica inclusiva” (Università degli Studi del Molise, 26-28 settembre 2019)

Il termine alfabetizzazione (literacy) indica l’acquisizione delle competenze di lettura e scrittura che punta all’uso pieno dell’alfabeto e del codice grafico.

Mentre l’accesso alle competenze linguistiche orali è universale, acquisito dalla nascita e in modo naturale, l’accesso alle competenze linguistiche scritte è sempre stato mediato, storicamente, da istituzioni a ciò preposte; nella società contemporanea tali istituzioni sono i sistemi scolastici, e infatti alfabetizzazione e scolarizzazione (literacy e schooling) formano un binomio quasi indissolubile.

L’alfabetizzazione è un processo che spesso si è svolto (e si svolge) in maniera non omogenea: questo sia nella storia dell’umanità, sia nelle storie delle singole civiltà e culture. Il processo di alfabetizzazione spesso taglia fuori alcune fasce di popolazione, per motivi di genere, di stratificazione sociale, di etnie: ne consegue che l’alfabetizzazione è distribuita in modo ineguale nelle società.

Il convegno, in un’epoca di forte complessificazione del vivere sociale e di globalizzazione dei processi comunicativi e culturali, oltre che di diffusione massiccia della scrittura attraverso le tecnologie digitali, intende ragionare in termini interdisciplinari, oltre che linguistici sui temi legati all’alfabetizzazione, declinando questo concetto in modo ampio come si evince dai punti che seguono.

Le proposte di intervento possono avere un taglio:

a) teorico-speculativo nell’ambito delle seguenti aree tematiche:

  1. Alfabetizzazione: storia, definizioni, modelli, teorie, politiche per l’alfabetizzazione   
    1. Alfabetizzazione e democrazia
    2. Alfabetizzazione e istituzioni scolastiche
    3. Alfabetizzazione e repertori linguistici
  2. Alfabetizzazione e Didattica (L1 o L2)
    1. Alfabetizzazione e scuola
    2. Alfabetizzazione in contesti plurilingui
    3. Alfabetizzazione per allievi con BES e con DSA
    4. Alfabetizzazione di adulti in contesti di migrazione (italiano L2)
    5. Alfabetizzazione di giovani e minori in contesti di migrazione (italiano L2)
    6. Strumenti diagnostici condivisi e testing per valutare le competenze
    7. Tecnologie per l’alfabetizzazione
    8. Lifelong learning
  3. Analfabetismi vecchi e nuovi
    1. Analfabetismo funzionale: pratiche, politiche, interventi
    2. Consolidamento dell’ “alfabetismo” per gli adulti
    3. Analfabetismo in adulti migranti
  4. Digital literacy e information literacy
    1. Sviluppo del pensiero critico, della capacità di fare ricerca e di collaborazione, problem solving

b)  didattico nell’ambito dei seguenti workshop tematici:

  • italiano L1 nella scuola primaria
  • italiano L1 nella scuola secondaria inferiore e superiore
  • italiano L1 all’università
  • italiano L2 nella scuola primaria
  • italiano L2 nella scuola secondaria inferiore e superiore
  • italiano L2 all’università
  • italiano L2 per adulti migranti
  • italiano LS all’estero (nell’esperienze degli Istituti Italiani di Cultura e nelle scuole italiane all’estero)
  • italiano LS all’università

Tutte le informazioni nella web https://cilgi2019.wordpress.com/

“How language usage and structure interact”

How language usage and structure interact

Sala conferenze "Matassi", via Ostiense 234 - Roma

Si segnala ai soci il seminario del prof Hans-Jörg Schmid (Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera) 

“How language usage and structure interact”.

 

Il seminario si articolerà in due momenti:

 

Part I: From usage to convention and knowledge  28.03.2019 ore 9-11

 

Part II: Persistence, variation and change  29.03.2019 ore 9-11

 

 

Sala Conferenze ‘Matassi’ via Ostiense 234 - Roma Tre

 

Hans-Jörg Schmid è professore ordinario di Linguistica Inglese presso la Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera, dove si è laureato, ha conseguito il dottorato (1992) e la Habilitation (1999). I suoi ambiti di ricerca includono semantica lessicale, linguistica cognitiva, morfologia, pragmatica e sociolinguistica. Nel 2017 è stato insignito dell’Opus Magnum della VW-Stiftung per i suoi meriti scientifici. La sua ultima monografia The Dynamics of the Linguistic System. Usage, Conventionalization and Entrenchment è in pubblicazione presso la casa editrice Oxford University Press.

Mobilités virtuelles /mobilités qualifiées : quels liens et quels enjeux en Europe et dans le monde

Mobilités virtuelles /mobilités qualifiées : quels liens et quels enjeux en Europe et dans le monde

Chers tous et chères toutes,

Merci de bien vouloir diffuser cet appel à contributions pour le prochain numéro de JIM n°7  (Journal of International Mobility) dans votre entourage et dans vos réseaux, portant sur le thème suivant:

Mobilités virtuelles /mobilités qualifiées : quels liens et quels enjeux

en Europe et dans le monde

Je profite de ce mail pour vous souhaiter une année 2019 à la hauteur de vos attentes et de vos projets !

Amicalement

Aline G.

Prof. Dr ém. Aline Gohard-Radenkovic

Domaine Plurilinguisme et didactique des langues étrangères
Université de Fribourg, Suisse  - CH-1700 - FRIBOURG

 

V1 appel aÌ contributions JIM 7

V1-appel-a-contributions-JIM-7-fr-en

V1-appel-aÌ-contributions-JIM-7-fr-de

V1-appel-aÌ-contributions-JIM-7-fr-es_es

 

EVAL 2019 – Convegno internazionale

EVAL 2019 - Convegno internazionale

Gent.me Colleghe, Cari colleghi,

con piacere inoltro la call for paper per il convegno Evaluation and Language Acquisition: from formative assessment to certification exams organizzato dall'Université Grenoble Alpes in collaborazione con il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione dell'Università di Bologna e con l'Université Sophie Antipolis. La scadenza per l'invio dei contributi è fissata al 15 marzo 2019.

Con i migliori saluti,

Cristiana Cervini

 

EVAL-2019-def.english

EVAL-2019-def.français

Forum du Conseil Européen pour les Langues / European Language Council sur « Les défis du plurilinguisme pour les pratiques scientifiques »

Forum du Conseil Européen pour les Langues / European Language Council sur « Les défis du plurilinguisme pour les pratiques scientifiques », qui se tiendra les 29 et 30 novembre prochains à Berlin (Freie Universität). Le programme et les informations sont à l’adresse : http://www.celelc.org/Events/CEL_ELC-Forum-2018.html

 

PROGRAMME FORUM (FR)_DEF

IC2019: Au-delà des frontières – Más allá de las fronteras.

La date limite pour la soumission de communication au colloque IC2019 que le projet Lecturio+ organise avec l'Université Lyon 2 a été reportée au 16 novembre 2018.
 
Pouvez-vous diffuser cette information dans votre équipe et dans vos réseaux, svp?

Site du colloque : https://ic2019.sciencesconf.org/
Appel à communications : https://www.miriadi.net/lecturio/appel-communications
Page FB : www.facebook.com/projetlecturio/

Merci de votre collaboration.

I Convegno Internazionale per giovani ricercatori Università per Stranieri di Siena

I Convegno Internazionale per giovani ricercatori Università per Stranieri di Siena

21/22/23 novembre 2018

La ricerca umanistica si è orientata nel nuovo millennio verso temi, metodi e prospettive diversificate e innovative rispetto al passato. A tale spinta centrifuga non deve necessariamente corrispondere una dispersione delle energie e una individualizzazione del lavoro, e in molti aspetti della ricerca contemporanea un approccio multidisciplinare resta produttivo e fortemente auspicabile. Da questa convinzione nasce l’idea di una condivisione di temi, metodi e forze che possano arricchire e dare nuovi stimoli alla ricerca di ambito umanistico condotta presso l’Università per Stranieri di Siena. Per far ciò, i giovani ricercatori dell’ateneo propongono ai loro colleghi di altre università italiane ed estere di mettere insieme le conoscenze, per favorire un arricchimento reciproco.

Ogni forza centrifuga muove peraltro da un centro comune, che nel caso delle ricerche svolte nel nostro Ateneo

Ateneo può essere rappresentato dalla nozione di parola. La parola è l’oggetto di studio di molte discipline umanistiche (la letteratura, la filologia, la linguistica), ed è allo stesso tempo uno degli scopi dell’apprendimento linguistico. La riflessione sulla parola permette dunque di mostrare quanto sia salda la continuità tra le ricerche condotte in ambito umanistico, e quanto i diversi ambiti di ricerca si sfiorino concentrandosi spesso sul medesimo oggetto d’indagine.

 

LOCANDINA

PROGRAMMA